Trasparenza

Open data per il Comune di Cagliari

L' open data è una pratica ed una filosofia insieme.

Si tratta di pubblicare, da parte del Comune, i dati da esso prodotti in

1) formati aperti e

2) con una licenza che ne permetta la fruizione ed il riuso da parte di cittadini e imprese

La mia proposta è di farlo il prima possibile.

Questo permette diversi vantaggi:

- Trasparenza: i dati del Comune sono visibili a tutti ed analizzabili da chi ne ha le competenze. Da questo punto di vista open data è anche un buon deterrente per la corruzione: se si hanno tanti occhi addosso è più difficile compiere illeciti.

- Sviluppo: i dati delle pubbliche amministrazioni sono prodotti con i soldi dei cittadini e spesso restano "morti" nei computer o negli archivi degli uffici. Con una licenza che ne permetta il riuso gli si ridà vita: si stimola lo sviluppo di applicazioni da parte di sviluppatori e imprese ed utilizzi nuovi utili per tutti. Ci sono numerosi esempi in tutto il mondo (vedi approfondimenti).

- Etica: i dati pubblici sono di tutti, è giusto che siano accessibili, visibili e fruibili dai cittadini, anche al di là di ogni considerazione di tipo economico.

Fare questo costa poco, vale molto ed è un'ottima occasione per Cagliari per dare una virata decisa verso la trasparenza e la promozione dell'innovazione.

I primi dati da rendere aperti possono essere: i dati sul bilancio e sulla spesa pubblica, i dati sull'ambiente e sulla salute, i dati sulla criminalità, i dati sulla vita pubblica come il voto e le delibere, i dati sulla mobilità, meglio se in tempo reale, etc.

Per approfondimenti:

- open data su Wikipedia

http://it.wikipedia.org/wiki/Dati_aperti

- il sito dell'Associazione Italiana per l'open Governernment

http://www.datagov.it/

- un filmato di Tim Bernard Lee (in inglese)

- una mia piccola presentazione, fatta in occasione della chiusura campagna di Matteo Lecis Cocco-Ortu

http://www.slideshare.net/marcelloverona/open-data-unintroduzione

Tags

Submitted by
Idea No. 21