Regolamento e Termini di utilizzo - versione 1.1 del 20/06/2011

1. Cos'è l'Ideario

L'Ideario per Cagliari è uno strumento a disposizione di chiunque voglia proporre, condividere, commentare e valutare, in modo costruttivo, idee di pubblica rilevanza per la città.

2. Le idee

Le idee sono mirate a suggerire, alla nuova amministrazione di Cagliari, determinate scelte politiche o particolari azioni amministrative nei settori di sua competenza, tra i quali, l'ambiente, l'urbanistica, il lavoro, i trasporti, l'innovazione, il turismo, la salute, la partecipazione e in ogni altro ambito in cui il Comune può liberamente determinare i propri obiettivi politico-amministrativi.

3. Cosa non deve essere l'ideario

3.1 L'ideario non è, dunque, uno spazio nato per segnalare specifici disguidi, guasti, inadempienze o inconvenienti, in relazione ai quali il Comune è, obbligatoriamente, tenuto ad intervenire. Per questo genere di segnalazioni (es. un cornicione pericolante, una strada non illuminata, l'assenza di cassonetti in una via, etc.) il cittadino può già rivolgersi all'U.R.P. del Comune per chiedere la pronta rimozione dell'inconveniente, oppure predisporre o richiedere la predisposizione di un'applicazione di tipo fixmystreet.

3.2 L'ideario ospita esclusivamente idee riguardanti la città di Cagliari.

3.3 L'ideario non è utilizzabile per suggerire idee o desideri di rilevanza esclusivamente privata.

3.4 Qualunque idea o contenuto che differisca da questo potrà essere considerato "off-topic" o disattivato o cancellato dal moderatore e dal suo staff.

4. Titolarità dell'ideario

4.1 L'Ideario non appartiene a partiti politici, al Comune di Cagliari, né allo staff del Sindaco. Esso è un'iniziativa nata "dal basso" e i soggetti o gli enti sopra citate non hanno alcuna responsabilità né obbligo nei confronti dell'ideario e dei suoi contenuti.

5. Anonimato

5.1 L'anonimato sarà possibile nei limiti dell'utilizzo di un "nickname". Dal 20 Giugno 2011 non sarà più possibile utilizzare la funzione "nascondi la mia identità" ed apparire come "Membro della Comunità".

6. Limitazioni nei contenuti

6.1 Non è ammessa in alcun modo l'offesa personale, l'ingiuria, la diffamazione o il turpiloquio. Qualunque idea o commento che dovesse contenere questi elementi sarà rimosso, ad insindacabile parere di uno dei membri moderatori.

6.2 In casi ritenuti particolarmente gravi o in caso di comportamenti reiterati, il Moderatore potrà disattivare l'utente in maniera provvisoria o definitiva a suo insindacabile giudizio.

6.3 E' vietato l'inserimento di contenuti ritenuti dalla redazione pubblicitari, discriminanti, razzisti, pornografici, osceni, offensivi, che costituiscano apologia di reato o che siano altrimenti illegali (che violano qualsiasi legge nazionale o internazionale).

6.4 I moderatori potranno ritenere non adatti anche altri tipi di contenuti.

6.5. Non è ammessa alcuna violazione della privacy altrui (come ad esempio indicare numeri di telefono, nomi e cognomi).

7. Responsabilità delle idee

7.1 La responsabilità delle idee è dei singoli autori. La responsabilità dei commenti è dei singoli commentatori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terze persone, non sono da attribuirsi allo staff dell'Ideario per Cagliari, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

7.2 L'inserimento di testi vari, recensioni e articoli è consentito previa citazione di fonte (autore, testata giornalista e qualunque altro riferimento da cui ne derivi paternità letteraria o diritti d'autore). Qualunque contenuto avente al suo interno spam, vari redirect (link che reindirizzeranno automaticamente ad altri siti) sarà eliminato.

8. Disattivazione dell'utente

Nel caso l'iscritto alla comunità Ideario per Cagliari non rispettasse questo regolamento potrà essere disattivato in qualunque momento e senza preavviso, ad insindacabile giudizio di un moderatore.